Memoria SWAP: come aumentarla per ovviare alla poca RAM disponibile

postato in: Linux, Sistemi Operativi | 2

Come spiegato precedentemente nel’articolo “Tutto quello che c’è da sapere sulla SWAP dei sistemi Linux” l’area di SWAP o memoria SWAP estende la capacità della memoria volatile (RAM) complessiva del computer sfruttando lo spazio su disco; nei sisemi linux in particolare viene scfruttata una vera e propria partizione del filesystem.

Può capitare di avere qualche applicazione che usa molta RAM e si sposta a occupare anche la memoria SWAP fino a mandare in crisi la macchina; per tamponare questo problema fino a trovare il perchè l’applicazione causi questo sovvraccarico è possibile espandere la memoria SWAP tramite un file.

Semplici comandi per aumentare la memoria swap o area di swap.

Per far questo nei sistemi operativi di derivazione Red Hat come CentOS, dai noi presi in esame in tutti i nostri esempi, le istruzioni da eseguire come superuser sono le seguenti

  1. creo il file che mi permetterà di espandere l’area di swap (nel nostro caso da 4 GB )
    dd if=/dev/zero of=/swapfile bs=1024 count=4194304
  2. Imposto l’area di swap formattando in modo corretto il file con il comando
    mkswap /swapfile
  3. Abilito la macchina a vedere il file come estensione dell’area di swap (questo comando non è sufficente ad abilitare quest’area anche reboot della macchina):
    swapon /swapfile
    
  4. Per questo è necessario modificare il file /etc/fstab includendo la seguente riga:
    /swapfile          swap            swap    defaults        0 0
    

 

A questo punto possiamo vedere, utilizzando il comando top o con il comando free -m, che l’area di swap è aumentata.

Le immagini sottostanti mostrano la situazione prima dell’apliamento della memoria di SWAP e dopo aver completato tutte le operazioni.

2 risposte

  1. A me non ha cambiato niente

  2. Ciao Gigi! In che senso non ti ha cambiato nulla? prova a spiegarmi che magari troviamo dov’è il problema.

Lascia un commento